Le modalità di trasporti internazionali

Diverse modalità di trasporto sono possibili se volete esportare o importare merci. Fate la vostra scelta a seconda del costo, della tempistica e della sicurezza. Prendete inoltre in considerazione altri criteri come la natura del prodotto, la qualità e il Paese dell'acquirente o del venditore. Sottoscrivete una assicurazione di trasporto (cfr. scheda metodo assicurazione-trasporto) per limitare i rischi di sinistro.

Mezzi di trasporto Costo Tempo Sicurezza
Marittimo * *** ***
Aereo *** * ***
Ferroviario * ** ***
Stradale ** * **

Dal meno caro, lungo, sicuro, "*", al più caro, lungo, sicuro "****"

Il trasporto marittimo

Il trasporto via mare è quello più utilizzato nel Commercio internazionale poiché si tratta di un mezzo poco oneroso che permette di trasportare sia ampi volumi che parti di container. Tuttavia, i tempi sono più lunghi e l'instradamento si limita ai porti.

I diversi attori di questa modalità di trasporto sono:

  • Il trasportatore: la compagnia marittima o armatore.
  • Il commissionario (il caricatore): organizza il trasporto principale, assicura le operazioni e le formalità relative al trasporto.
  • Lo speditore che affida la merce al commissionario.

Il trasporto marittimo può rientrare nell'ambito di 2 tipi di contratto:

  • Un contratto di trasporto, ossia, il caricatore si impegna a pagare un trasporto determinato, e il trasportatore a instradare la merce da un porto all'altro.
  • Un contratto di noleggio mediante il quale i contraenti concordano la posizione di un'imbarcazione per un periodo di tempo determinato.

Costo : il trasporto di base è calcolato in funzione della classe della merce e della massa o del volume con equivalenza. : 1 tonnellata = 1 m3. Un minimo di tassazione è previsto per le piccole spedizioni e delle regole specifiche si applicano a certe merci con un volume consistente o con un peso importante. Il trasporto marittimo è stabilito in unità pagante (UP) Questa unità pagante è la tonnellata o il volume a vantaggio del trasportatore, secondo la regola 1 tonnellata = 1 m3:

Il trasporto aereo

Optate per il trasporto aereo se il vostro budget è più consistente: la sua rapidità e la sua sicurezza lo rendono un mezzo di trasporto efficace.

I diversi attori di questa modalità di trasporto sono:

  • Il trasportatore: la compagnia aerea che trasporta spesso passeggeri e merci, talvolta solo merci.
  • L'agente di trasporto aereo, il commissionario (il caricatore): organizza il trasporto principale, assicura le operazioni e le formalità relative al trasporto e, eventualmente, le operazioni di dogana per l'esportazione e/o l'importazione.
  • Lo speditore che affida la merce al commissionario

Contratto: il contratto di trasporto aereo è concluso tra il trasportatore (compagnia aerea) e il commissionario Il contratto è materializzato dalla lettera di trasporto aereo. La Lettera di Trasporto Aereo (LTA) viene stabilita dal commissionario a nome della società La LTA costituisce sia la prova del contratto di trasporto, della presa in carico della merce da parte della società e delle condizioni di trasporto.

Costo: La base tariffaria è il rapporto tra il peso e il volume, considerando che 1 tonnellata = 6m3 Dividiamo quindi il volume reale per 6 per ottenere il peso fittizio che serve come base tariffaria. La tariffa IATA, in principio obbligatoria, può essere oggetto di riduzioni a seconda del volume. Il prezzo proposto da un commissionario è trattabile e la concorrenza deve essere la regola.

Il trasporto stradale

I trasportatori sono aziende private di trasporto e liberi professionisti camionisti. Per i tonnellaggi importanti, è richiesta una autorizzazione.

Contratto: Il contatto di trasporto stradale viene concretizzato dalla lettera di vettura CMR, chiamata anche consignment note. La firma del trasportatore genera una presunzione di responsabilità in caso di perdita o di avaria.

Costo: La tariffazione prende in considerazione il peso, la natura della merce e la distanza da percorrere. Il rapporto peso/volume è uguale a 1 tonnellata = 3 m3 La tariffa stradale richiede che si arrotondi il peso della merce ai 100kg superiori. La regola del pagante si applica inoltre al trasporto stradale. Il prezzo proposto da un trasportatore è trattabile e la concorrenza deve essere la regola.

Il trasporto ferroviario

La Convenzione di Berna del 1980 disciplina il trasporto ferroviario. Comprende la convenzione CIM (Convenzione Internazionale per le Merci). Questa convenzione è stata rivista dalla Convenzione del 1985, la COTIF (Convenzione relativa ai Trasporti Internazionali Ferroviari),, che da allora è stata emendata nel gennaio 2010.

Contratto: il documento di trasporto utilizzato per il traffico ferroviario è la lettera di vettura CIM Esistono 2 moduli: uno per il traffico normale e uno per il traffico accelerato. L'originale viene consegnato al destinatario, lo speditore riceverà una ricevuta del fascicolo. Il documento sarà compilato in parte dallo speditore e in gran parte dalla società delle ferrovie.

Costo: la tariffazione ferroviaria è stata armonizzata e viene distinta in tre forme:

  • La tariffazione multilaterale: si tratta di una tariffa valida in oltre 2 Paesi, ma riguarda solo un particolare tipo di merce, prodotti rilevanti della CECA.
  • La tariffazione bilaterale: si tratta di tariffe applicate tra 2 Paesi che riguardano tutti i tipi di merci, per esempio la tariffa franco-belga o franco-nordica.

In caso di assenza di tariffa in comune, si applica il principio delle tariffazioni nazionali. Questa tariffazione viene calcolata in funzione delle regole di calcolo proprie a ciascun Paese. Tuttavia, il prezzo del trasporto sarà poi sottoposto a un'operazione di cambio.

Andare oltre

Conftrasporto

Alt__ ritorno in alto