Proteggere i brevetti

L'economia attuale attribuisce sempre più importanza agli attivi immateriali come l'innovazione o il marchio (cfr scheda metodo proteggere un marchio). Proteggere un marchio diviene quindi una reale sfida strategica per la vostra impresa: vi mette in grado di esigere l'esclusività e la protezione della vostra creazione per eliminare i rischi legati al furto dei diversi tipi di imitazione e contraffazione. Il deposito di un brevetto permette al suo titolare di avere un diritto esclusivo sulla sua invenzione per un periodo stabilito ed è un processo spesso sconosciuto dalle PMI. Questi consigli pratici vi permetteranno di conoscere meglio questa procedura:

Definizione

L’istituto nazionale della proprietà intellettuale (INPI) definisce un brevetto come « atto a proteggere una innovazione tecnica, ossia un prodotto o un processo che apporta una nuova soluzione tecnica a un problema dato». Quindi, il brevetto è innanzitutto uno strumento di protezione di un attivo della vostra società, che permette di tutelarsi contro una contraffazione eventuale o contro dei concorrenti che riprenderebbero, nelle loro innovazioni, talune vostre tecniche brevettate.

Oltre al carattere di prevenzione e sicurezza, il brevetto è un'arma strategica che vi attribuisce un vantaggio comparativo significativo che permette di disporre di un diritto esclusivo sulla vostra invenzione: siete gli unici a disporre del suo utilizzo e di una eventuale esclusiva. Avete quindi il diritto di autorizzare o vietare l'uso dell'invenzione e di beneficiare quindi delle fonti di reddito legate alla cessione delle licenze di esercizio.

Attenzione: un brevetto è depositato solo per un periodo limitato. Solo le innovazioni ritenute soluzioni tecniche, nuove e che richiedono un'attività inventiva che può essere applicata a livello industriale possono essere brevettate.

Come depositare un brevetto

Per disporre di un brevetto e proteggere la vostra innovazione in Francia (per massimo 20 anni) dovete effettuare un deposito all'INPI Qui di seguito le principali tappe della procedura:

  • Assicurarsi che l'innovazione sia brevettabile.
  • Compilare il modulo di richiesta e depositarlo all’INPI; occorrerà assolvere ai primi pagamenti.
  • L’INPI esamina la vostra richiesta. Ci possono volere da 2 a 5 mesi dalla data del deposito.
  • Ricevete quindi un rapporto di ricerca preliminare dell’INPI che stabilisce il parere di brevettabilità della vostra innovazione: da 7 a 9 mesi dalla data del deposito
  • Avete a disposizione 3 mesi per consegnare all’INPI le informazioni supplementari richieste al momento del ricevimento del rapporto di ricerca preliminare.
  • Se è tutto a posto, l’INPI pubblica il deposito del vostro brevetto sulla Gazzetta ufficiale (Bulletin officiel de la propriété industrielle, BOPI) e vi trasmette il parere di pubblicazione. Ci possono volere 18 mesi dalla data di deposito della richiesta.
  • Da 24 a 27 mesi dalla data di deposito della richiesta, ricevete il rilascio del brevetto: un rapporto di ricerca definitivo viene consegnato e una volta pagate le ultime spettanze, diventate detentore di brevetto.

Queste tappe chiave non sono esaustive, per ulteriori informazioni, vi invitiamo a consultare il sito internet de l'INPI.

Costo

Depositare un brevetto in Francia vi costerà tra 642€ e 662€, importo suddiviso come segue: 36€ per il deposito del brevetto; 500€ per il rapporto di ricerca; 86€ per il rilascio del brevetto; 40€ per una qualsiasi richiesta supplementare. Esistono diverse riduzioni, soprattutto per le PMI Per consultarle, vi invitiamo a visitare il sito internet de l'INPI.

Come proteggere un brevetto a livello internazionale?

Diverse opzioni vi sono offerte se volete depositare un brevetto a livello internazionale. È opportuno scegliere la soluzione più adatta ai vostri bisogni e obiettivi poiché la protezione del vostro brevetto è un diritto applicabile a livello territoriale, vi attribuisce diritti solo nel o nei Paesi in cui l'avete depositato.

Per depositare un brevetto internazionale esistono tre soluzioni:

  • La registrazione locale presso gli uffici nazionali di proprietà intellettuale dei Paesi che desiderate:
    L’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale(OMPI) propone un archivio degli uffici di proprietà intellettuale di tutti gli Stati membri. Attenzione, questa soluzione è legata a un costo elevato e a procedure di deposito pesanti, poiché devono essere riprodotte per ciascuno dei Paesi richiesti.
  • La registrazione regionale: depositare un brevetto in diversi Paesi appartenenti a uno stesso organismo regionale di proprietà intellettuale vi permette di coprire uno spazio geografico ampio, limitando le procedure necessarie. La procedura di deposito è quindi semplificata poiché dovrete realizzarla una volta sola. Su scala europea, potete ricorrere all'Ufficio Europeo dei Brevetti (BPO) che si incarica di centralizzare le richieste di protezione. La richiesta può essere depositata on line sul sito dell’EPO. Otterrete un brevetto europeo che si suddivide in brevetti nazionali disciplinati dal diritto di ogni Stato, proteggendovi quindi in tutti questi Paesi.
  • La registrazione internazionale: se i Paesi cui mirate sono numerosi e ripartiti nel mondo intero, avete quindi la possibilità di condurre una procedura internazionale, a partire dalla quale diversi depositi nazionali o regionali possono essere realizzati. Questa procedura si basa sul Trattato di Cooperazione in materia di Brevetto e riguarda i Paesi firmatari. Il deposito deve avvenire in una sola lingua presso l’INPI che la trasmetterà all’OMPI.

Andare oltre

L'Ufficio Europeo dei Brevetti (EPO)
L'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale

Alt__ ritorno in alto